Home > Argomenti vari > basta basi militari Usa in Italia

basta basi militari Usa in Italia

17 Gennaio 2007

e Bertinotti ha ragione.
basta basi militari straniere in Italia.
basta con questa sudditanza militare che ci portiamo dietro dalla fine della seconda guerra mondiale.
al punto che si potrebbe dire che la guerrra non è finita se abbiamo ancora truppe straniere che occupano spazi del nostro territorio.
militari stranieri che non hanno nessun tipo di ritegno: qualche decennio fà abbiamo detto che non volevamo centrali nucleari in Italia e i militari americani incuranti hanno centinaia di testate atomiche in casa nostra.
una volta c’era la divisione in 2 blocchi del mondo e la scusa utilizzata era che le basi servivano a difendere il “mondo libero” (??) dalla “minaccia comunista”.
ora che la necessità di un tempo è venuta a mancare, invece di smantellare, raddoppiano.
e a niente sono servite le manifestazioni popolari per far sentire la propria opinione al governo ( tra l’altro eletto dallo stesso popolo che manifesta contro le decisioni!!!).
forse per la voglia di smentire le dichiarazioni del nano pelato, Prodi ha subito voluto rassicurare gli Usa che siamo sempre una loro colonia raddoppiando lo spazio disponibile agli agenti della potenza che esporta democrazia e non ha neanche una democrazia a casa sua..
per fortuna che qualcuno ancora dissente.
e speriamo che in Parlamento qualcuno di sinistra si renda conto che non può governare come se fosse la destra.

tratto da:

http://www.repubblica.it/2007/01/sezioni/cronaca/base-nato-vicenza/no-di-bertinotti/no-di-bertinotti.html

***********************************************

Il presidente della Camera si schiera a fianco della sinistra radicale
e del movimento pacifista. “L’Europa sia autonoma da altre potenze”
Base Vicenza, il no di Bertinotti
“Impedire nuove organizzazioni militari”
Migliore (Prc): “Non esistono accordi precedenti. Il governo riferisca in Aula”

Manifestazione contro la base Usa
ROMA – “Ogni atto che va nella direzione della pace, compreso l’impedire nuove forme di organizzazione militare, è una buona cosa”. Così Fausto Bertinotti si schiera nella polemica sull’ampliamento della base militare americana di Vicenza. E si schiera dalla parte della sinistra radicale e del movimento pacifista che ieri sono insorti contro il governo Prodi che, per bocca del premier, aveva annunciato: “Non ci opporremo all’ampliamento”. Intanto Gennaro Migliore, capogruppo del Prc alla Camera, chiede al governo di riferire in Aula.

Il presidente della Camera ne fa innanzitutto una questione di politica internazionale: “”Il problema è la conquista dell’autonomia dell’Europa dalle altre potenze mondiali”. “I termini filoamericano e antiamericano – aggiunge il presidente della Camera – sono termini che si possono usare solo in modo caricaturale e fuorviante, e chi ne resta imprigionato manifesta subalternità”.

Bertinotti sposta l’attenzione sull’autonomia del Vecchio continente: “L’Europa si sta incamminando in questa direzione, lungo la chiave dell’autonomia si deve crescere, e ogni atto che va nel senso della pace, come quello di impedire nuove forme di organizzazione militare, è una buona cosa”.

continua>

  1. pdgaudio
    17 Gennaio 2007 a 14:01 | #1

    la base gia c’era , sarà solamente ampliata e non darà nessun fastidio perche saranno costruite anke strade nuove (tutto a a spese degli Usa). Purtroppo non viviamo nel paradiso terrestre e la pace non esiste quindi prevenire è meglio che curare e poi la base porterà anke posti di lavoro (700 gia ora). Bertinotti è un COMUNISTA quindi ciò ke dice non conta un …..

  2. albakiara87
    17 Gennaio 2007 a 14:53 | #2

    basta… ora se ne devono andare….senno io vado a fare una casa nel giardino della casa bianca…e voglio vedere se qualcuno mi butta fuori!!!!!

I commenti sono chiusi.