Archivio

Archivio Ottobre 2006

il velo è la libertà delle donne???

14 Ottobre 2006 1 commento


non so se avete seguito gli sviluppi ( ancora in atto del resto) della vicenda che vede come protagonista Alishah Azmi , la maestra mussulmana che vuole tenere il velo a scuola e che per questo è stata sospesa da Jack Straw, presidente della Camera dei Comuni inglese.
Ora stavo guardando una serie di foto su Internet che documentavano una sfilata di signore mussulmane in burka fuori della sede del comune di Blackburn ( dove risiede la scuola) , che protestano per la sospensione.
in mezzo ai tanti cartelli con slogan del tipo “arrestate Jack Straw per incitazione all’odio religioso “,”Jack Straw è un fascista ebreo-cristiano (chissà cosa vuol dire?)”,”Jack Straw oppressore delle donne musulmane” e una raffigurazione di un uomo col cappuccio del KuKluxKlan ( di cui sinceramente mi sfugge la logica..), quello più strano, per me, è il cartello che dice
“il velo è la liberazione della donna”…
ah!
ma..
boh

indipendentemente da come i politici inglesi risponderanno a questa “emergenza burka”, vi immaginate in certi settori del nostro Paese cosa succederebbe (o succederà.. vedremo) se si potesse uscire di casa “burkati”??
non so..
in Parlamento nascerebbe il ruolo delle “pianiste” (quelle che votano anche per gli “amici” parlamentari assenti in aula..) con aumento delle “quote rosa” assicurato
e chi le riconoscerebbe?
certe istituzioni del Bel Paese affette da assenteismo cronico, sarebbero devastate ( altro che finaziaria!)
immaginate..
si potrebbero timbrare 20 cartellini alla volta e non essere riconoscibili..
un sogno che si avvera, per taluni..

ma poi scusate..
vado a scuola e trovo la maestra incappucciata?
ma dai…

non sarà facile trovare un compromesso
bisognerà che tutti ci adeguiamo un poco
per ora, chi va in paesi dove la religone impone delle regole si deve adeguare.
non so.. mai stati su un volo di una di quelle compagnie definite “dry ” ( perchè non servono alcoolici causa , appunto, credenze religiose del paese d’origine del volo) o mai visitato una moschea ( le donne vengono fornite di un velo all’entrata e hanno un posto riservato solo per loro all’interno della costruzione)
tutte regoole a cui gli occidentali (non mussulmani) si adeguano quando sono ospiti di un paese con regole diverse da quelle a cui sono abituati, se gli viene richiesto.
secondo me bisogna che il rispetto delle regole sia reciproco.

lascia stare i miei semi.

14 Ottobre 2006 Commenti chiusi

http://www.biodiversita.info/modules/petizion3/index.php?id=1

http://www.biodiversita.info/

qui trovate la petizione da firmare e molte notizie interessanti su quello che sta avvendo all?agricoltura italiana e mondiale , di riflesso..

avevo già trattato questo argomento qualche tempo fa relativamente ai problemi dei contadini messicani che vivono vicino alla frontiera con gli Usa.

Oltre a essere costretti a utilizare semi OGM (courtesy of Monsanto inc ..) trattati in modo da distruggere le biodiversià delle ?vecchie? qualità di grano ( che erano state coltivate da generazioni di contadini messicani) si vedono battuti anche sui prezzi di vendita al pubblico grazie alle sovvenzioni gentilmente concesse dal governo americano per proteggere gli interessi dei loro contadini?

ah, per chi non avesse dimestichezza, la Monsanto è un?altra delle simpatiche multinazionali americane che si preoccupa di diffondere il seme della democrazia e del dollaro sul pianeta

come la mia banca..

14 Ottobre 2006 1 commento


stavo leggendo l’articolo comparso su il Corriere relativo all’innovativo concetto sviluppato con la realizzazione delle banche rurali, ( la Grameen Bank, che in bangladescio vuol dire «banca rurale») con l’utilizzo del microcredito. strumento indispensabile per aiutare le finanze precarie di una grossa fetta della popolazione di molti paesi del terzo mondo, fornendo loro la possibilità di cambiare vita.
splendido che sia stato assegnato ad un uomo, appunto il premio Nobel Mohammed Yunus, che con il solo ausilio delle sue capacità ha avuto una intuizione così semplice ma così estremamente efficace.
mi hanno molto colpito anche le parole pronunciate sempre dal premio Nobel , in frasi come «la banca deve andare dal popolo»
Il mio pensiero è volato alla mia banca in Italia che mi abbassa l’ interesse sul conto corrente se non vado ogni tanto a ricordargli di alzarmelo..
e ho pensato che è proprio un mondo grande..

l’articolo lo trovate qui:

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/10_Ottobre/13/scheda_banca.shtml

Ma se hai una buona idea e un pizzico di tenacia, puoi farcela ovunque….

9 Ottobre 2006 1 commento

tre giovani uniscono i loro sforzi e creano una bicicletta, made in Italy, richiamandosi ad un design stile anni 50
e le vendite li premiano.
bravi.

bel tentativo e tanti auguri per la vs iniziativa..
ho gradito molto la frase finale dell’articolo ….
” Ma se hai una buona idea e un pizzico di tenacia, puoi farcela ovunque. Come è capitato a noi».”

l’articolo lo trovate qui

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/10_Ottobre/09/bicicletta.shtml

Indonesia: cercano gas trovano fango. e se ne vanno..

6 Ottobre 2006 1 commento

una parte, che continua a crescere, della zona di Sidoarjo in Indonesia, rsichia di essere sommersa dal fango.
ogni giorno un’area grande come central Park viene coperta. e il flusso non sembra aver nessuna intenzione di rallentare o fermarsi.
le cause?
molte le ipotesi fatte per giustificare il fenomeno..
il governo ha dichiarato che le cause del disastro sono naturali, considerando che l’area interessata è da sempre centro di terremoti e sommovimenti geosismici.
questa ipotesi è contestata dagli ambientalisti che la vedono come una scusa del governo per coprire le responsabilità della Lapindo Brantas (la società che ha ordinato le trivellazioni), avendo ricevuto in campagna elettorale grossi aiuti economici dal proprietario stesso dell’azienda, Mr Aburizal Bakrie.
Azienda che comunque ha , casualmente e fortunosamente (??), subito venduto la sua proprietà ad un’altra società appena sono cominciati i disastri.
La soluzione proposta dal governo è di convogliare il fango in un vicino fiume per disperdere poi il fango nel mare.
Proposta che però, dicono i detrattori, non farebbe che spostre il fango, e deviarne il flusso significherebbe semplicemente spostare il problema ma non risolverlo.
Sempre gli ambientalisti temono che , qualora si potesse provarne la responsabilià, la nuova proprietà non potrebbe rifondere i danni causati ma solo fare bancarotta, lasciando così impunito il disastro.
resta il fatto che il fango esce come da un geyser da molti delle migliaia di buchi lasciati vuoti dalle trivelle.
e che certo non sono state poste in atto le preacuzioni fondamentali in merito alle perforazioni: la creazione di un rubinetto nel tunnel di trivellazione che , in casi come questo, avrebbe fermato ila fuoriuscita di fango molti metri sotto il ivello dle suolo, evitando la tracimazione.
aspettiamo gli sviluppi.. se i media ci forniscono le informazioni..

trovate l’articolo qui:

http://www.nytimes.com/2006/10/06/world/asia/06mud.html?hp&ex=1160193600&en=90842fc7cf3945df&ei=5094&partner=homepage

il CSI dei rifiuti..

5 Ottobre 2006 1 commento

per riuscire a capire la provenienza degli scarichi che inqinano le coste di Santa Monica ( area “bene” di Los Angeles dove molte celebrità hannno una residenza) presto gli addetti condurranno una ricerca utilizzando le tecniche di riconoscimetno dei vari DNA presenti negli scarichi per risalire ai responsabili.
Negli anni, l’inquinamento di alcune tra le più belle spiagge della zona erano stati spiegato in svariati modi:dall’accumulo degli escrementi degli uccelli in volo, a un impianto di smaltimenti dei rifiuti non in regola, ai rifiuti prodotti dai cavalli, alle conseguenze di tempeste in alto mare..
ora si stanno orientando verso una soluzione scientifica e, probabilmente, definitiva: l’analisi dell’ acido desossiribonucleico (più conosciuto come DNA) presente nei rifiuti.
intanto capendo l’origine animale o umana dei rifiuti liquidi e in seguito..
( già me la vedo la puntata di CSI..)

trovate qui l’articolo originale

http://www.latimes.com/news/local/la-me-malibu5oct05,0,6435215.story?coll=la-home-headlines